Coronavirus, è pregare cantando con il Coro della Basilica di San Giovanni in Laterano

Coronavirus è, per chi lo desidera, pregare, uniti spiritualmente.  Un momento intimo, nel silenzio della nostra casa.

Vi propongo il  video con un canto intenso e melodico, toccante, vibrante. Si chiama “O Madre, Dolcissima, Stella del Cielo. A comporlo Roberto Santi, direttore del Coro della Basilica di San Giovanni in Laterano, a Roma.

Una melodia scritta e composta, unendo le registrazioni del coro effettuate ciascuna dalla propria abitazione. 

Anche Papa Francesco da solo ed in diretta mondiale, venerdì scorso, sulla gradinata della Basilica di San Pietro ed in una piazza vuota con solo le Forze dell’ordine, accanto al Crocifisso miracoloso  della chiesa di San Marcello ha pregato dicendo: “Ti imploriamo Dio non lasciarci nella tempesta”.

È un tempo difficile per l’Italia e per il Mondo, in cui l’infezione da COVID-19, non risparmia nessuno. Non guarda la classe sociale, la religione, l’età. Si muore e si muore soli. Toccante l’altro passaggio, a tal proposito, di Papa Bergoglio: “Signore, ci chiami a cogliere questo tempo di prova come un tempo di scelta… è il tempo di reimpostare la rotta della vita verso di te Signore, verso gli altri”. 

Un invito raccolto da molti, come sta facendo da giorni Roberto Santi ed il Coro della Basilica di San Giovanni in Laterano, con questo canto, che si sta diffondendo ovunque, per supplicare Maria, Madre dell’umanità, affinché interceda presso Gesù, per la fine di questa pandemia, di questo flagello.

L’appuntamento è ogni sabato alle 12:00. #ognisabatoalle12. 

In pochi minuti ci si unisce  a tutte le altre iniziative di preghiera.

Non copiare!!!