Lorenzo Parelli, l’ennesima vittima sul lavoro morto l’ultimo giorno dello stage alternanza-lavoro

Aveva tutta la vita davanti ed invece ha perso tragicamente la vita nello stabilimento della Burimec di Lauzacco, frazione di Pavia di Udine, il giovane stagista Lorenzo Parelli.

Appena diocettenne con i suoi sogni nel cassetto, tutti da realizzare ed invece per questo giovane schiacciato da una putrella, trave d’acciaio,  proprio nell’ultimo giorno di stage, del progetto di alternanza scuola-lavoro.

Lavori di carpenteria dove una  putrella è caduta addosso a Lorenzo, uccidendolo sul colpo, nella  Burimec, azienda che realizza bilance stradali, che si serve dello stabilimento di Lauzacco, per lavori di laminazione.

I tentativi di salvarlo, purtroppo, sono risultati vani.

Morire così, senza scampo, sotto gli occhi di chi gli stava insegnando un mestiere, quando lunedì prossimo sarebbe ritornato in classe, tra i suoi compagni del Centro di Formazione Professionale all’interno dell’Istituto superiore Bearzi di Udine, gestito dai salesiani, a condividere con loro la sua esperienza nella ditta di carpenteria metallica.

Un procedimento per l’ipotesi  di omicidio colposo al momento a carico del legale rappresentante è stato aperto dalla Procura di Udine, mentre il suo  paese  Castions di Strada (Udine), si è stretto accanto al padre, Dino, alla mamma Maria Elena ed alla sorella Valentina.

Un’altra tragica vicenda, l’ennesima vittima, Lorenzo che amava il calcio e la meccanica, con i suoi occhi chiari e dolci spalancati su un futuro che gli è stato negato.

Foto tratta dal web

Non copiare!!!