“Memorie di un Capellone” di Gianfranco Caliendo, a Napoli la presentazione il 27 gennaio

Sarà presente l’autore, in dialogo con Tommaso D’Alterio

Libreria IOCISTO

Via Cimarosa 20 / Piazzetta Aldo Masullo – Napoli

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria ai recapiti

081/5780421 – iocistolibreria@gmail.com

All’entrata è richiesta la presentazione del super green pass

Mascherina FFP2 obbligatoria

Verrà presentato a Napoli, dove risiede il suo autore, il libro “Memorie di un Capellone” di Gianfranco Caliendo, pubblicato recentemente da Iacobelli Editore. Giovedì 27 gennaio alle ore 18:00, l’ex iconico frontman del gruppo Il Giardino dei Semplici parlerà della sua storia alla Libreria Iocisto, al Vomero, in compagnia di Tommaso D’Alterio. L’ingresso, con presentazione di super green pass e mascherina FFP2, è libero, previa prenotazione obbligatoria ai contatti della libreria (Tel 081/5780421 – mail: iocistolibreria@gmail.com).

Memorie di un Capellone” di Gianfranco Caliendo,Il libro è una biografia artistica ragionata e ricca di aneddoti, immersa in contesti che spaziano dalle vicende napoletane ai successi internazionali. Tra luci ed ombre dello scenario musicale anni 70, Caliendo narra l’itinerario del gruppo pop prodotto da due dei più grandi personaggi della musica italiana, Totò Savio e Giancarlo Bigazzi; storico complesso di cui è stato voce solista, chitarrista e autore. Con 14 album, oltre 2000 concerti e 4 milioni di copie vendute, Gianfranco assieme alla band ha mescolato la melodia italiana con molteplici influenze musicali e accompagnato generazioni di ascoltatori e di fan con hits come M’innamorai; Tu, ca nun chiagne; Miele; Vai; Concerto in La Minore; Silvie; …E amiamoci.

Ma la storia musicale di Caliendo continua anche dopo l’uscita dal gruppo, nel 2012, proseguendo con altrettanto impegno e determinazione nello sviluppo di nuovi strategici incontri ed esperienze fruttifere, tra produzioni discografiche e didattica musicale.

Unendo passione, sincerità e ironia, Caliendo – tra palcoscenici, cantine e studi di registrazione, ma soprattutto attraverso momenti vissuti insieme a personaggi che ne hanno scolpito il carisma – illustra con ironia e malinconia la sua avventura professionale evocando, con episodi drammatici di vita vissuta, le molteplici contraddizioni dell’industria discografica. Dalla Napoli dei primi anni 70 fino al successo di Turuturu, interpretato dalla figlia Giada, dall’incontro con Pino Daniele alle più recenti avventure discografiche, Memorie di un Capellone è un’autobiografia costellata di aneddoti mai rivelati prima e guidata, come la vita del suo autore, da un profondo amore per la musica in ogni sua forma.

Gianfranco Caliendo (Firenze, 1956) è un cantautore e musicista. Nipote di Eduardo Caliendo, storico chitarrista di Roberto Murolo, comincia giovanissimo a suonare e nel ’74 incontra Gianni Averardi, che lo coinvolge nella fondazione del progetto che caratterizzerà la sua carriera: Il Giardino dei Semplici. Con la produzione di Savio e Bigazzi, la band raggiungerà rapidamente il successo. Ha composto e prodotto per altri musicisti, fondato uno studio di registrazione, un’etichetta discografica e una scuola di musica: l’Accademia Caliendo, dove insegna canto moderno.

Gianfranco Caliendo

Memorie di un Capellone

Iacobelli Editore

Prefazione di Giorgio Verdelli

Collana Pop Story – pag. 192 – € 19,00

Memorie di un capellone

Pagina FB del libro: https://www.facebook.com/memoriediuncapellone

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Home

Non copiare!!!