Dai Musei Vaticani a Castel Gandolfo, riparte il treno delle Ville Pontificie il

Dai Musei Vaticani alle Ville Pontificie di Castel Gandolfo. Uno straordinario percorso con un treno speciale, la cosiddetta ‘freccia del Papa‘, in partenza dall’antica Stazione vaticana. Si tratta, infatti, di un confortevole treno elettrico che fino al prossimo 4 novembre, porta i turisti alla scoperta dei segreti luoghi, più o meno, del Vaticano.

Tutto questo grazie a Papa Francesco che,nel 2014, ha permesso  l’apertura al pubblico delle Ville Pontificie di Castel Gandolfo, del Palazzo Apostolico e dei bellissimi giardini.

Arte e natura per assaporare le bellezze di tutto ciò che si incontra, prenotando sul sul sito dei Musei Vaticani.

Papa Pio IX, Santa Maria Maggiore - Roma
Papa Pio IX, Santa Maria Maggiore – Roma

Un treno espressamente voluto da Papa Pio IX, costruito nel 1867,  L’origine del treno risale al 1867, che desiderava un mezzo di trasporto più comodo e veloce, rispetto alla tradizionale carrozza trainata da cavalli.

Una carrozza per il Pontefice ed una per i suoi ospiti, per un totale di circa 300 persone, per 20 chilometri. Ora con l’arrivo della Primavera,  partenza la mattina alle 8:00, con appuntamento  ai Musei Vaticani, attraverso  un accesso privilegiato, con audioguida alla Cappella Sistina ed anche alle sale interne, per poi proseguire nei giardini della Santa Sede.

Successivamente verso le 11:00 alla Stazione Ferroviaria della Città del Vaticano, destinazione Albano Laziale e trasferimento alle Ville Pontificie con una navetta.

Un tesoro celato per anni ed anni, viene reso visibile grazie alla collaborazione tra Ferrovie dello Stato e Musei Vaticani. Sul trenino turistico  si possono visitare persino i  Giardini della Magnolia, il Viale delle Rose, il Viale delle Erbe aromatiche, per poi arrivare al Palazzo Apostolico e le rovine antiche della residenza pontificia. Il tutto comodamente seduti su un trenino.

Partenza per Roma alle 17.00 ed arrivo alla stazione ferroviaria Roma San Pietro verso le 18:30.

Info e prenotazioni: www.museivaticani.va

 

Non copiare!!!