“Scegliamo la Vita”, in marcia a Roma per difendere la vita

Una manifestazione per ribadire, ancora una volta, che la vita è “il primo diritto fondamentale di ogni essere umano, il cui inviolabile rispetto è la precondizione per una società libera, giusta e in pace”, come sostenuto nella la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

È questo il significato della manifestazione nazionale “Scegliamo la Vita” che si svolgerà sabato 21 maggio, a Roma, per riaffermare “il valore assoluto e intangibile della vita umana dal concepimento alla morte naturale, con particolare riguardo a quelle condizioni di vita rese più fragili e critiche da particolari condizioni di disagio sociale e di disabilità psicofisica”, come si prefiggono Maria Rachele Ruiu, membro del direttivo di Pro Vita & Famiglia e Massimo Gandolfini, presidente del Family Day, entrambi portavoce della manifestazione nazionale.

Scegliamo la VitaUna sorta di militanti cattolici e “Scegliamo la vita” è proprio il nuovo corso del movimento cattolico con il simbolo di un cuore, con i colori della bandiera italiana.

‘Ma come può essere terapeutico, civile, o semplicemente umano un atto che sopprime la vita innocente e inerme nel suo sbocciare’? Aveva detto Papa Francesco in una Udienza generale nell’ottobre 2018 in piazza San Pietro.

Ed ancora il Pontefice:  ‘Ogni bambino malato è un dono”. La violenza e il rifiuto della vita  nascono in fondo dalla paura. L’accoglienza dell’altro, infatti, è una sfida all’individualismo”.

Così, sabato 21 maggio, associazioni, famiglie, cittadini  tutti insieme per fare sentire la propria voce, partendo  alle ore 14.00 da piazza della Repubblica, destinazione piazza San Giovanni in Laterano. La  Marcia nazionale Scegliamo la Vita, si può considerare una continuazione con qualche modifica della Marcia nazionale per la Vita, per non disprezzare la vita, perché è un vero e proprio dono.

 

 

Non copiare!!!