Sant’Egidio, al Tuscolano un nuovo centro di accoglienza notturna per i senza fissa dimora

Con il Nuovo Anno sono arrivate le prime giornate di freddo intenso, soprattutto nelle strade, sotto i portici dove si accampano i senza fissa dimora.

Anche in questa difficile emergenza la Comunità di Sant’Egidio è intervenuta. Infatti, nel quartiere Tuscolano, a Roma, è impegnata a  gestire  uno dei nuovi centri di accoglienza notturna per le persone senza dimora.

Si tratta di una struttura realizzata con il sostegno del Comune e del VII municipio, che dalla notte dello scorso 23 dicembre 2021, ha visto all’azione volontari in giro a portare l’occorrente per affrontare la notte, chi a cucinare un pasto caldo, chi si è reso disponibile ad ascoltare le persone che non hanno più un tetto, una casa.

Un semplice gesto che suscita speranza, che restituisce dignità e rispetto a chi non ha più niente, ai nostri fratelli in Cristo ‘invisibili’.

Comunità di Sant'EgidioUn impegno concreto che Sant’Egidio svolge con amore e tenacia, per sapere soccorrere e salvare la vita alle persone senza più una dimora, durante l’emergenza freddo.

 

 

Comunità di Sant'EgidioChiunque fosse interessato può sostenere con un contributo le iniziative della Comunità di Sant’Egidio.

 

 

 

Foto tratte dal web

 

Non copiare!!!