Grazia Deledda, ricostruito dall’ ISRE l’abito delle nozze con Palmiro Madesani

Sarà esposta il prossimo 11 gennaio 2022,  la ricostruzione dell’abito che la scrittrice sarda Grazia Deledda aveva indossato nel giorno delle sue nozze con Palmiro Madesani, celebrate proprio l’11 gennaio del 1900.

L’abito è stato ricostruito grazie all’ Istituto Superiore Regionale Etnografico, ISRE, dopo un minuzioso quanto delicato lavoro di ricerca, che ha permesso di realizzare il vestito del premio Nobel per la Letteratura nel 1926, nel modello, nella foggia, ma anche nei tessuti e nella taglia.

In una lettera viene descritto dalla stessa scrittrice al futuro marito che  prima della loro unione, lavorava come funzionario del Ministero delle Finanze, a pochi giorni dalle nozze così: “Il vestito argento lilla sarà guarnito di perle: figurati lo scintillio; ti offuscherò addirittura, a meno che anche tu non ti metta le spalline e quella terribile sciabola di cui io ho tanta paura“.

Abito Grazia Deledda
Abito Grazia Deledda

 

Un abito lussuoso, argento tendente al lilla, con guanti e cappellino, non tradizionalmente bianco quindi, ma simbolo del nuovo status di donna sposata e scrittrice ormai affermata ed apprezzata, pronta ad andare a vivere a Roma.

 

Sarà esposto, dunque, l’11 gennaio anniversario del matrimonio, nella camera da letto del  mausoleo casa natale di Grazia Deledda, a Nuoro.

Tra l’altro, l’ esposizione del vestito rientra tra gli eventi organizzati dall’Isre per il 150esimo anniversario dalla nascita della prima donna Premio Nobel.

Foto tratte dal web

 

Non copiare!!!