Milano, la Polizia di Stato arresta una giovane terrorista che reclutava ragazze per l’Isis

Il fenomeno del terrorismo di matrice islamica continua a rappresentare una delle minacce principali per la pace e la sicurezza.

Nei giorni scorsi la Polizia di Stato ha effettuato un importante operazione antiterrorismo. È stata arrestata a Milano una diciannovenne italo kosovara, detta la  “sposa pellegrina”, coinvolta in attività terroristiche a favore dell’Isis.

Si tratta, infatti, di un’ operazione condotta dalla Digos di Milano e dalla Direzione centrale della polizia di prevenzione, diretta dalla Sezione distrettuale antiterrorismo della Procura di Milano, in collaborazione con  Europol.

Tutto è scaturito da un’indagine della Digos, nel settembre scorso, con una perquisizione alla giovane, appena rientrata dal Kosovo.

La ragazza, stando alle indagini, risulta  radicalizzata dall’età di 16 anni, ed è una grande sostenitrice dell’autoproclamato stato islamico. Tra l’altro, ha sposato in Germania un miliziano di origini kosovare, collegato all’attentatore di Vienna, Kujtim Fejzulai, il 4 novembre del 2020, poco prima che scattasse il lockdown. In quell’occasione  Fejzulai sparò in diversi punti della città,  uccidendo quattro persone, prima di essere colpito a morte dalle forze di sicurezza.

La giovane è coinvolta nei circuiti radicali di matrice jihadista. I poliziotti hanno scoperto nel suo telefono persino dei manuali per l’addestramento,  video esaltanti l’Isis e persino più di duemila chat, che confermano proprio il suo ruolo propagandistico nell’ambito di un “network femminile”.

Il delicato lavoro della Polizia di Stato ha permesso di scoprire che la donna svolgeva un’azione di arruolamento e proselitismo via chat, come nel caso di una  ragazza kosovara in via di radicalizzazione, alla quale consiglia un  marito con “capelli lunghi e barba”, con il quale morire da martire, in  un matrimonio “bagnato con il sangue dei miscredenti”.

È evidente il continuo impegno della Polizia di Stato e delle forze di intelligence in quello che rappresenta uno scenario internazionale,  caratterizzato dal moltiplicarsi di crisi e di situazioni di instabilità.

Foto tratta dal web

Non copiare!!!