Sigfrido Ranucci, vicedirettore di Rai3, è sotto scorta

Sigrido Ranucci, il conduttore televisivo  ed autore della trasmissione di Rai3, Report, è sotto scorta.

Lo ha dichiarato a ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio1, così: “Da metà agosto sono sotto scorta 24 ore su 24. C’è un buontempone che dal carcere avrebbe incaricato due killer stranieri. Sarebbe un personaggio che gestisce il narcotraffico, legato a famiglie di ‘ndrangheta”.

Non è la prima volta che il vicedirettore di Rai3 riceve minacce di morte. Già dai tempi della pubblicazione del  libro ‘Il Patto’, scritto con Nicola Biondo sulla presunta trattativa Stato-mafia, era stato il bersaglio di minacce, nel 2010, da ambienti vicini al boss Beppe Madonia.

Troppo spesso i giornalisti sono oggetto di minacce, ma anche di attacchi.  Un ruolo determinante lo svolgono, comunque, le Forze dell’ordine, proprio per evitare tali episodi discriminatori.

Basti pensare che solo nel 2020 sono stati registrati 83 episodi di cronisti minacciati e sono 20 i giornalisti sotto protezione. Le regioni dove si concentrano   particolarmente gli atti intimidatori sono Lazio, Lombardia, Campania, Calabria e Sicilia.

Sul suo profilo Facebook il giornalista Ranucci ha scritto: “Ringrazio l’onorevole Walter Verini per la solidarietà espressa oggi alla Camera dei Deputati. L’onorevole Verini è a capo del comitato ristretto che segue le minacce ai giornalisti nella commissione antimafia“.

Questo delle minacce ai giornalisti, purtroppo, è un  fenomeno che desta sempre più preoccupazione, vista  l’escalation registrata nel corso degli anni.

Foto tratta dal web

Non copiare!!!