22 novembre 2020, Solennità di Cristo Re dell’Universo

La Chiesa celebra oggi, domenica 22 novembre, la solennità di Cristo Re.

L’11 giugno 1899, Papa Leone XIII consacrò la Chiesa, il mondo e tutto il genere umano a Cristo con questa orazione, che si recita proprio in questo giorno. Istituendo nell’anno Giubilare 1925 la nuova solennità di Cristo Re, pubblicava l’ enciclica  “Quas prima”, dove parla della regalità del Signore.

Papa Leone XIII
Papa Leone XIII

Ecco, di seguito, il testo della preghiera:

O Gesù dolcissimo, o Redentore del genere umano, riguarda a noi umilmente prostrati innanzi a te. Noi siamo tuoi e tuoi vogliamo essere. E, per vivere a te più strettamente congiunti, ecco che ognuno di noi, oggi spontaneamente, si consacra al tuo Sacratissimo Cuore. Molti, purtroppo, non Ti conobbero mai. Molti, disprezzando i tuoi Comandamenti, ti ripudiarono.

O benignissimo Gesù, abbi Misericordia e degli uni e degli altri e tutti quanti attira al tuo Sacratissimo Cuore. O Signore, sii il Re non solo dei fedeli, che non si allontanarono mai da te, ma anche di quei figli prodighi che ti abbandonarono. Fa che questi, quanto prima, ritornino alla casa paterna, per non morire di miseria e di fame. Sii il Re di coloro che vivono nell’inganno e nell’errore o per discordia da te separati. Richiamali al porto della verità, all’unità della fede, affinché in breve si faccia un solo ovile sotto un solo pastore.

Largisci, o Signore, incolumità e libertà sicura alla tua Chiesa, concedi a tutti i popoli la tranquillità dell’ordine. Fa che, da un capo all’altro della terra, risuoni quest’unica voce: “Sia lode a quel Cuore divino, da cui venne la nostra salute. A lui si canti gloria e onore, nei secoli dei secoli. Amen!”.

Andrea Previtali, Cristo Re

 

Non copiare!!!