Audrey Hepburn ed il suo ideale bellezza

Per avere labbra attraenti, pronuncia parole gentili.
Per avere uno sguardo amorevole, cerca il lato buono delle persone.
Per avere un aspetto magro, condividi il tuo cibo con l’affamato.
Per avere capelli bellissimi, lascia che un bimbo li attraversi con le proprie dita una volta al giorno.
Per avere un bel portamento, cammina sapendo di non essere mai sola, perchè coloro che ti amano e ti hanno amato, ti accompagnano.
Le persone, ancora più che gli oggetti, hanno bisogno di essere riparate, viziate, risvegliate, volute e salvate: non rinunciate mai a nessuno.
Ricorda, se mai avrai bisogno di una mano, le troverai alla fine di entrambe le tue braccia. Quando diventerai anziana, scoprirai di avere due mani, una per aiutare te stessa, la seconda per aiutare gli altri.
La bellezza di una donna non è nei vestiti che indossa, nel suo viso o nel suo modo di sistemare i capelli. La bellezza di una donna si vede nei suoi occhi, perchè quella è la porta aperta sul suo cuore, la fonte del suo amore.
La bellezza di una donna non risiede nel suo trucco, ma la vera bellezza in una donna è riflessa nella propria anima. È la tenerezza che dà l’amore, la passione che essa esprime.
La bellezza di una donna cresce con gli anni“.

Audrey hepburn
Audrey Hepburn

Si era espressa così l’attrice Audrey Hepburn quando le venne chiesto di rivelare il suo segreto di bellezza. Tra l’altro questo testo venne letto proprio al suo funerale.

Questa è in fondo la bellezza. Ed Audrey Hepburn lo aveva capito, sperimentato, vissuto.

Già, Audrey Hepburn la donna che ha lasciato un segno indelebile nel nome dell’amore. Non a caso il principe Sadrudin Aga  Khan nell’orazione funebre, come riportato da Repubblica ha detto: “Non ha basato la sua attività su risoluzioni e carte, ma sull’ amore, la compassione, la solidarietà, la carità”.

Non a caso Hepburn è stata ambasciatrice  dell’Unicef per cinque anni e soprattutto ha continuato a lavorare ai progetti per l’infanzia delle Nazioni Unite fino alla sua morte, avvenuta a Tolochenaz, in Svizzera, il 20 gennaio 1993.

Una donna straordinaria, vera e propria icona del cinema mondiale, figlia di un banchiere inglese e di un’aristocratica olandese, Edda Kathleen van Heemstra Hepburn-Ruston, questo il suo nome all’anagrafe, era nata a Bruxelles, in Belgio, il 4 maggio 1929.

 

Holly Golightly, la protagonista di Colazione da Tiffany, Sabrina, Vacanze romane, ma anche un Oscar nel 1954 come miglior attrice, tre Golden Globe, un Emmy, un Grammy Award e tre David di Donatello.

Per non parlare dell’American Film Institute che la pone  al terzo posto tra le più grandi attrici di tutti i tempi, nel 1993.

Un cancro al colon la porta via a soli 63 anni. Ma il suo fascino, il suo talento, la sua innocenza rimangono indelebili, oltre la bellezza.

 

 

 

Non copiare!!!