2 giugno 2020 al tempo del dopo lockdown da coronavirus

Una festa senza festa questa del 2 giugno 2020, nella fase del dopo lockdown da coronavirus.

Niente tradizionale parata, niente festeggiamenti. Dopo la cerimonia all’Altare della Patria il capo dello Stato Sergio Mattarella,  si è recato in visita a Codogno, la città lombarda colpita duramente dal Covid-19.

“Da qui ripare l’Italia del coraggio”, ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Mentre a Roma, Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia manifestano per le vie contro il governo. 

Sergio Mattarella all'Altare della Patria, 2 giugno 2020

Con il Presidente della Repubblica, tutti rigorosamente con mascherina, la Presidente di Senato e Camera Elisabetta Casellati e Roberto Fico, il premier Giuseppe Conte e dalla presidente della Corte costituzionale Marta Cartabia.  Anche il ministro della Difesa Lorenzo Guerini.

Frecce Tricolori 2 Giugno

Tono dimesso, quindi, nel rispetto delle vittime della pandemia, di chi sta ancora lottando. L’unico momento tradizionale rispettato è stato il passaggio della pattuglia acrobatica delle Frecce tricolori.

Il volo sopra il cielo della Capitale ha avvolto l’altare della patria con una lunga scia tricolore. 

“Il 2 giugno sia una giornata per riflettere sui valori fondativi repubblicani”. Ha scritto così il presidente Sergio Mattarella  in un messaggio ai prefetti italiani.

Già, un’occasione per riflettere del valore di questa Giornata ai tempi del coronavirus.

 

 

Non copiare!!!