Santa Rita da Cascia, quest’anno tutto in diretta streaming per il coronavirus

Una festa diversa all’insegna del mondo virtuale e segnata dal coronavirus.

Oggi, 22 maggio, è santa Rita, la santa degli impossibili che la grande  Famiglia Agostiniana di Cascia, unita spiritualmente con milioni di devoti in Italia e nel mondo, celebra in streaming.

Nella Basilica l’accesso è consentito  secondo le norme, ad un esiguo numero di fedeli. Da casa però, è possibile seguire la festa in diretta anche tramite  TV2000.

Una giornata diversa da tutte le altre dei precedenti anni, che vede le Monache pronte ad offrire ai fedeli di tutto il mondo una #MaratonaFestaSantaRita.

Si inizia dalle 10:00, con una idiretta streaming internazionale di 8 ore,  in contemporanea su Facebook facebook.com/monasterosantaritayoutube.com/monasterosantarita e il sito istituzionale www.santaritadacascia.org.

Moglie, madre, monaca, una delle sante più venerate in Italia e nel mondo cattolico. Chiamata la “Santa degli Impossibili”, perché dopo la morte, è venerata come protettrice dalla peste, per il fatto di essersi dedicata con amore alla cura degli appestati senza mai contrarre la malattia.

I miracoli ottenuti per sua intercessione sono numerosissimi.

Negli ultimi quindici anni della sua vita, portò sulla fronte il segno della sua profonda unione con Gesù.

Beatificata da Papa Urbano VII nel 1627, canonizzata da Leone XIII il 20 maggio 1900, nell’ anno 2000 è entrata far parte del calendario universale dei santi della Chiesa cattolica.

I suoi resti mortali si trovano all’interno della basilica a Lei intitolata, che fa  parte dell’omonimo santuario eretto tra il 1937 e il 1947.

Il corpo, rivestito dall’abito agostiniano cucito dalle monache del monastero, per volontà della badessa Maria Teresa Fasce, si trova in una teca all’interno della cappella in stile neobizantino.

Nel 1972 vennero effettuate le ricognizioni mediche che successivamente  nel 1997 hanno confermato la presenzasulla zona frontale sinistra, di tracce di una lesione ossea aperta (forse osteomielite), mentre il piede destro mostra segni di una malattia sofferta negli ultimi anni di vita, forse associata ad una sciatalgia.

Santa Rita era alta 1 metro e 57 cm. Il viso, le mani e i piedi sono mummificati, il resto del corpo,  è in forma di scheletro.

Santa Rita da Cascia

Non copiare!!!