David Sassoli, una persona perbene simbolo di altruismo

Una persona credibile, un vero professionista: David Sassoli, il presidente del  Parlamento europeo si è spento per una grave forma di disfunzione del sistema immunitario, in un momento particolare per l’Europa e per l’Italia, lo scorso 11 gennaio, a 65 anni, nel Centro di riferimento oncologico di Aviano, dove era ricoverato.

Un “credente animato di speranza e di carità, competente giornalista e stimato uomo delle istituzioni che, in modo pacato e rispettoso, nelle pubbliche responsabilità ricoperte si è prodigato per il bene comune con rettitudine e generoso impegno, promuovendo con lucidità e passione una visione solidale della comunità europea e dedicandosi con particolare cura agli ultimi”, come lo ha ricordato Papa Francesco in un telegramma di cordoglio inviato, tramite il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, alla moglie, Alessandra Vittorini,

È un giorno triste per l’Europa. Oggi la nostra Unione perde un convinto europeista, un sincero democratico e un uomo buono”, così si era espressa parlando prima in italiano, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ricordando David Sassoli nel corso di una conferenza stampa.

David Sassoli
David Sassoli

Giornalista stimato ed apprezzato, volto del TG1, e poi  presidente del Parlamento europeo, una vita tra giornalismo e politica, tutto con garbo ed eleganza.

Il prossimo 30 maggio avrebbe compiuto 66 anni, era giornalista professionista dal 1986, è stato vicedirettore del Tg1 dal 2006 al 2009. Rieletto alle Europee del 2014, è stato vicepresidente del Parlamento europeo dal 2014 al  2019.

Il suo ispiratore principale è il sindaco di Firenze Giorgio La Pira.

Paolo Giuntella
Paolo Giuntella

 

Collabora con varie testate e con l’amico e maestro Paolo Giuntella, si  impegna nella Rosa Bianca, un movimento di ispirazione cattolico-democratico. È suo lo scoop, al tempo in cui lavorava nel 1985 all’agenzia cattolica Asca e pubblicato su Famiglia Cristiana, dell’incontro a Parigi, tra l’allora ministro del Lavoro Gianni De Michelis ed il terrorista di sinistra Oreste Scalzone.

Il cardinale e arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, suo amico sin dai tempi del liceo, nell’omelia per il suo funerale ha detto: “Tanti lo consideravano uno di noi per quell’aria empatica, un po’ per tutti era un compagno di classe, quello che tutti avremmo desiderato, che sicuramente ci avrebbe aiutato”.

 

David Sassoli
David Sassoli

David Sassoli un uomo perbene, simbolo di generosità ed equilibrio, il presidente del Parlamento europeo che considerava la politica come un servizio per i cittadini, tanto da affermare:” I poveri non possono aspettare e non possiamo restare indifferenti rispetto alle persone in grave difficoltà che tutte le notti dormono all’aperto cercando riparo all’esterno del Parlamento. Basta una passeggiata la sera per rendersi conto di quante persone hanno bisogno di aiuto e assistenza. Penso che sarebbe un atto di grande umanità aprire di notte alcuni locali della sede del Parlamento europeo, senza compromettere funzionalità e sicurezza, per garantire un riparo adeguato“.

Foto tratte dal web

Non copiare!!!