Papa Francesco, all’Angelus si sofferma sull’importanza del servizio sanitario

“Vi ringrazio tutti: ho sentito molto la vostra vicinanza e il sostegno delle vostre preghiere. Grazie di cuore!”.

Si è espresso così Papa Francesco ad una settimana dall’intervento al colon, in occasione dell’Angelus di domenica 11 luglio.

Il Pontefice si affaccia, ma questa volta dal balconcino del Policlinico Gemelli di Roma, del decimo piano, adiacente proprio all’appartamento nel quale è ricoverato.

Angelus Papa Francesco, Gemelli Appuntamento domenicale rispettato, dunque, nonostante l’intervento, per la gioia dei fedeli, che lo hanno accolto con un grande applauso e tanti “Viva il Papa”.

Prima di affacciarsi per l’Angelus, il Papa ha visitato i pazienti del reparto oncologico Pediatrico, che si trova proprio sullo stesso piano.

Successivamente, ha portato alcuni di loro sul balcone per la recita della preghiera mariana, tra i quali  la tredicenne Anna, che proprio alcuni giorni fa aveva scritto una lettera al Papa,  sottoscritta da tutti i piccoli pazienti ricoverati nella pediatria oncologica.

Ma questa sua esperienza al Gemelli, lo porta ad offrire uno spunto di riflessione sull’importanza del servizio sanitario che deve essere ‘accessibile a tutti‘.

Ed infatti afferma: “Un servizio sanitario gratuito che assicuri un buon servizio accessibile a tutti. Non bisogna perdere questo bene prezioso. Bisogna mantenerlo! E per questo occorre impegnarsi tutti, perché serve a tutti e chiede il contributo di tutti”. 

Foto tratte dal web

Non copiare!!!