Denise Pipitone, spunta dalla Russia una ragazza somigliante a Piera Maggio che cerca la mamma

Potrebbero essere Denise Pipitone, la ragazza che ha lanciato un appello alla televisione russa, nel programma ‘ пусть говорят’, in italiano “Lasciali parlare“, sostenendo di essere stata rapita quando era piccola. 

Ce lo auguriamo tutti, per dare un lieto epilogo ad una vicenda che ha lasciato gli italiani con il fiato sospeso, colpiti dalla triste vicenda, a fosche tinte, di Denise Pipitone, la bambina  scomparsa il 1 settembre del 2004, a Mazara del Vallo. Diciassette lunghi anni nei quali Piera  Maggio, la madre di Denise Pipitone, non ha mai smesso di cercare la sua bambina. 

Denise Pipitone e Piera Maggio
Denise Pipitone e Piera Maggio

A mostrare l’appello di Olesya Rostova, la ragazza bionda, molto somigliante alla mamma di Denise, Piera Maggio, è stata la conduttrice di “Chi l’ha visto“, la giornalista Federica Sciarelli.

Denise Pipitone, Piera Maggio, Olesya Rostova
Piera Maggio, Olesya Rostova

Una segnalazione nata quasi per caso da una telespettatrice che ha parlato dell’esistenza di una ragazza a Mosca, dell’età di Denise, molto somigliante a Piera Maggio, appunto.

L’età coincide con quella di Denise, la bimba russa venne trovata in un campo nel 2005 e proprio per sapere chi sia sua madre, è andata in televisione per trovarla, lanciando un appello ai suoi familiari.

Intanto, come è emerso dalla trasmissione di Chi l’ha visto, dello scorso 31 marzo, è sta prelevato un campione di  Dna a Olesya Rostova.

Purtuttavia non è stato  confermato se la ragazza abbia ricordi della lingua italiana, come ha dichiarato l’inviato a Mosca della Rai, Marc Innaro, intervenuto ieri sera in diretta.

Intanto Piera Maggio in un messaggio inviato alla nota trasmissione di Rai3, ha affermato: Le segnalazioni passate ci hanno mostrato che l’illusione non porta a nulla”.

Anche l’avvocato Giacomo Frazzitta, nel sostenere l’inutilità della sua cliente Piera Maggio a Mosca, ha dichiarato: “Questa storia va chiarita con il Dna, non con le sensazioni”. Comunque l’avvocato Frazzitta è in attesa di partire per la Russia, per tutti gli accertamenti, sempre dopo aver effettuato  l’iter di autorizzazione da parte del ministero degli Esteri russo per  l’ingresso nel Paese. 

Nel corso degli  anni le segnalazioni su avvistamenti della bimba sono state tantissime, ma tutte senza esito positivo, tranne quella più versosimigliante  del video girato da un vigilantes, davanti ad una banca di Milano.

Ora un nuovo avvistamento, una nuova speranza di ricongiungere Piera Maggio con sua figlia Denise.

Foto tratte dal web

Non copiare!!!