Lamberto Giannini, il nuovo capo della Polizia di Stato

Lamberto Giannini è il nuovo capo della Polizia. A nominarlo il Consiglio dei Ministri, ieri 4 marzo 2021.

A proporlo, il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in virtù dell’eccellente curriculum e delle alte qualità personali.

Lamberto Giannini si trova, così, a dover gestire una situazione molto delicata e complessa. Prende il testimone del Prefetto Franco Gabrielli, con il quale ha lavorato in importanti indagini contro il terrorismo interno ed internazionale.

Una grande carriera alle spalle, un poliziotto lungimirante, nato a Roma, il 29 gennaio 1964, dopo la laurea in Giurisprudenza all’Università “La Sapienza” di Roma, entra nella  Polizia di Stato nel 1989 frequentando il 74° corso per Vice-Commissari, presso l’Istituto Superiore di Polizia. È sposato con una collega. 

Prefetto Lamberto Giannini
Prefetto Lamberto Giannini

Oltre 25 anni come investigatore nel sommerso mondo dell’antiterrorismo. Sua la guida  della Digos della Questura di Roma, il Servizio Centrale Antiterrorismo e la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione. Ultimamente, dallo scorso gennaio 2021 era a capo della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Al nome del prefetto Giannini è legato l’arresto dei terroristi delle Nuove brigate rosse, che avevano ripreso negli anni ’90 la lotta armata nel nostro Paese. Basti pensare agli omicidi D’Antona, Biagi e del poliziotto Emanuele Petri, vittime di un terribile scenario sanguinario. 

Foto tratte dal web

Non copiare!!!