Nocs, le Forze speciali della Polizia di Stato

Silenziosi, rapidi e con  il volto coperto dal mephisto. “Sicut Nocs Silentes”, Silenziosi come la Notte è il loro motto. Sono uomini addestrati, Forze speciali della Polizia di Stato: i Nocs

Un’articolazione della Direzione centrale della Polizia di prevenzione, un nucleo speciale della polizia  istituito nel 1978, con alle spalle azioni ed arresti da “brivido”, nato con decreto dell’allora Ministro dell’Interno Francesco Cossiga

Lo scopo era quello di contrastare il nuovo terrorismo che si stava ripresentando molto più violento, aggressivo ed organizzato.

Questo primo nucleo era composto da 14 uomini che provenivano dal Servizio di Sicurezza, SdS, ai quali si aggiunsero successivamente, elementi scelti tra i gruppi sportivi delle Fiamme Oro, con particolare riguardo alle discipline come judo e karate.

Unità speciali per la lotta all’ eversione, quindi, che l’allora Capo della Polizia Prefetto Ferdinando Masone definisce:  “Un  pugno di uomini motivo di sicurezza essendo sempre pronto ad affrontare  qualsivoglia Emergenze”.

Per circa 4 anni hanno effettuato centinaia di irruzioni, con la conseguente cattura di numerosi esponenti di prima linea dei nuclei armati rivoluzionari nelle Brigate Rosse come Giovanni Schiavone, Susanna Ronconi, Settepani e le colonne Senzani e Savastano.

253 arresti, tra cui 41 sequestratori e 329 ostaggi liberati,questi i numeri fino al 2018.

Quando si parla dei Nocs viene immediatamente in mente la liberazione del generale della Nato James lee Dozier rapito dalle Br, nel 1982, a Padova. E non solo.

Sono stati loro a liberare il  piccolo Augusto de Megni, sempre loro  a  smantellare una pericolosa cellula di terroristi islamici a Milano.

A loro è affidata  la protezione di alte personalità istituzionali italiane o straniere nei summit ed anche l’utilizzo di materiali e tecnologie all’avanguardia, per la risoluzione di situazioni operative ad alto rischio. 

Go, Go, Go” e, dopo questo segnale d’assalto, sono  pronti ad intervenire grazie alla loro preparazione fisica, ma anche psicologica. Addestrati per agire in tutte le situazioni che richiedono il loro intervento: tiratori scelti, paracadutisti, sommozzatori. Per dirla  in due parole:  “equilibrio interiore“.

Tutti allenati in ogni disciplina come il pugilato, il karate, la lotta, il nuoto da salvataggio ed alle volte, agiscono  in collaborazione con le unità cinofile. Con assoluta riservatezza si muovono per risolvere situazioni di turbamento dell’ordine pubblico e di pericolo per la sicurezza individuale e collettiva. 

Eppure non sono dei ‘Rambo’, tantomeno dei ‘Supermen’, ma uomini addestrati con una rigorosa scuola che gli consente di muoversi con alta professionalità e soprattutto precisione.

Nocs, Polizia di Stato
Roma, a casa dei NOCS. 2015-07-07 © Massimo Sestini

Una vita particolare e difficile la loro: quando sono chiamati, devono lasciare quello che stanno facendo e prepararsi a partire.  Dopo due  anni in polizia o nelle Fiamme oro possono accedere al Nucleo. Naturalmente devono essere molto motivati e disposti ad affrontare rischi, oltre ad allenamenti molto duri.

Sono circa 150 unità e tra loro ci sono anche due donne e tenete presente i  test di ingresso al corso e gli addestramenti sono tarati su parametri maschili. Parità assoluta. 

La loro base, il Centro polifunzionale  sede della Scuola tecnica della Polizia, è a Spinaceto, vicino Roma, nei pressi dell’aeroporto militare di Pratica di Mare.

Samuele Donatoni
Samuele Donatoni

È intitolata all’ispettore Samuele Donatoni, caduto in  un conflitto a fuoco nel tentativo di liberare l’imprenditore Giuseppe Soffiantini, rapito da alcuni banditi. 

Nocs Andrea Mainardi

Il comandante dei Nocs è Andrea Mainardi, classe 1962, con all’attivo Interpol, Squadra Mobile, Dia e tanto altro. 

Una vera eccellenza italiana della quale andare fieri. Come ha detto dei Nocs  il Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli: “Il lavoro del Nocs è fatto di rischio e pericolo, ma tutto viene superato con la dedizione, la passione e la professionalità”.

 

 

Non copiare!!!