Covid-19, Papa Francesco ricorda San Giovanni Paolo II con la prima messa della Fase 2

Una trentina di persone a distanza di sicurezza, alcune senza mascherina, questa mattina in Vaticano.

L’occasione è il centenario della nascita di San Giovanni Paolo II.

La basilica di San Pietro, chiusa da 69 giorni riapre con la celebrazione della Messa, proprio sulla tomba del Santo Pontefice, il 264esimo Papa della Chiesa.

Si tratta dell’ultima Messa celebrata in diretta streaming da Papa Francesco. La Liturgia con il popolo dopo il lockdown, perché oggi si entra, infatti, nella Fase 2.

Era dallo scorso 9 marzo che il Pontefice celebrava ogni mattina alle 7:00, dato che erano state sospese le Messe, con la partecipazione del popolo, a causa dell’emergenza pandemia del Covid-19. Tra l’altro, la Basilica di San Pietro era stata sanificata lo scorso venerdì. 

“100 anni fa il Signore ha visitato il suo popolo. Ha inviato un uomo, lo ha preparato per fare un vescovo e guidare la Chiesa”, si è espresso così Papa Bergoglio  nel ricordare Karol Wojtyła.

Tracciando le sue considerazioni sul Papa Santo dice: “Giovanni Paolo II ci ha dato l’esempio di questa vicinanza, ai grandi e ai piccoli, ai vicini e ai lontani. Si faceva vicino”. Wojtyla era un uomo che amava la giustizia, ma la giustizia piena”.

Sono presenti nella cappella i cardinali Angelo Comastri e Konrad Krajewski. 

 

 

 

 

Non copiare!!!