Gina Lollobrigida fotoreporter, oltre ad essere una vera diva poliedrica

Scultrice, fotografa, cantante proprio  ne La donna più bella del mondo, dove aveva interpretato il ruolo di Lina Cavalieri, intonando le splendide arie della Tosca. Era Gina Lollobrigida scomparsa lo scorso 16 febbraio, all’età di 95 anni.

Gina Lollobrigida, La donna più bella del mondo Sette David di Donatello, grande attrice, una vera diva italiana che era riuscita a trasformarsi  da sex symbol  in una star internazionale, una vera ‘bersagliera”, tutta italiana, nata a Subiaco, il 4 luglio 1927.

Gina Lollobrigida
Gina Lollobrigida

Il giorno che è morta, il 16 gennaio appunto, è stato arrestato il boss siciliano Matteo Messina Denaro e subito si è tornati indietro di ben 52anni, a quando cioè, la Lollo era una reporter in incognito. Sì, proprio così: Gina Lollobrigida, a 44 anni, sbarcava sul piccolo porto dell’isola di Linosa, per cimentarsi in una nuova esperienza, una nuova carriera, la fotoreporter. Ritrae, infatti, il boss palermitano Angelo La Barbera, in esilio a Linosa, mentre accende una sigaretta ad un carabiniere davanti a un muretto a secco. La Barbera era in quell’isola  per il soggiorno obbligatorio, con circa una ventina di imputati del processo di Catanzaro del 1968, relativo alla prima guerra di mafia palermitana. Una sorta di pre 41-bis, ma  all’aria aperta, in una isola nel Mediterraneo.

Gina Lollobrigida fotografa il bossCamuffata con parrucche, occhialoni, jeans logori perlustra tutta la Penisola, scatta più di ventimila foto con il suo amico fotografo Roberto Biciocchi, tra Nikon e Leika tanto da passare per una ‘hippy’ e non far pensare all’incantevole diva amata ed osannata. Il suo primo incarico da fotoreporter.

Una vera passione quella per la fotografia, probabilmente il mestiere sognato sin da giovanissima, come dichiarato in alcune interviste. All’attivo reportage in ben 24 Paesi, ed uno studio fotografico a Roma aperto nel 1983 che esprimeva, ancora una volta, le grandi doti di una vera artista a tutto tondo. Nei suoi scatti sono stati immortalati Fidel Castro che la ospita per 12 giorni a Paul Newman, Indira Gandhi nel giardino della sua casa mentre gioca con i nipotini e persino Jurij Gagarin,  per citarne alcuni. La sua spiccata sensibilità la pietà a ritrarre bambini e situazioni precarie in Guatemala, San Salvador, India.

Gina Lollobrigida, Pinocchio di Comencini
Gina Lollobrigida

Gina Lollobrigida, la fata turchina del Pinocchio di Comencini, festeggiata nel febbraio del 2018, sulla celebre “Walk of fame”»di Los Angeles con la stella, anche scultrice, dopo l’incontro con il grande scultore Manzù, nel 1957. Ma questa è un’altra bella pagina di una donna che ha saputo realizzare e trasmettere semplicemente quello che sentiva.

Foto tratte dal web

Non copiare!!!