La Lettera agli sposi di Papa Francesco

Una lettera importante, è la lettera agli sposi in occasione dell’Anno “Famiglia Amoris laetitia”, indetto da Papa Francesco, nel quinto anniversario della pubblicazione dell’Esortazione apostolica post-sinodale, aperto lo scorso 19 marzo e che si concluderà il prossimo 26 giugno 2022, in occasione del X Incontro mondiale delle famiglie a Roma.

Il Pontefice scrive: “Come Abramo, ciascuno degli sposi esce dalla propria terra fin dal momento in cui, sentendo la chiamata all’amore coniugale, decide di donarsi all’altro senza riserve. Così, già il fidanzamento implica l’uscire dalla propria terra, poiché richiede di percorrere insieme la strada che conduce al matrimonio. Le diverse situazioni della vita – il passare dei giorni, l’arrivo dei figli, il lavoro, le malattie – sono circostanze nelle quali l’impegno assunto vicendevolmente suppone che ciascuno abbandoni le proprie inerzie, le proprie certezze, gli spazi di tranquillità e vada verso la terra che Dio promette: essere due in Cristo, due in uno. Un’unica vita, un ‘noi’ nella comunione d’amore con Gesù, vivo e presente in ogni momento della vostra esistenza. Dio vi accompagna, vi ama incondizionatamente. Non siete soli!”.

Parole molto belle, che esprimono tutto il valore del matrimonio cristiano che a volte si completa con i figli che Papa Bergoglio considera  “un dono, sempre, cambiano la storia di ogni famiglia”.

Il ruolo dei genitori è molto importante e il Papa scrive: “La paternità e la maternità vi chiamano a essere generativi per dare ai vostri figli la gioia di scoprirsi figli di Dio, figli di un Padre che fin dal primo istante li ha amati teneramente e li prende per mano ogni giorno. Questa scoperta può dare ai vostri figli la fede e la capacità di confidare in Dio”.

Foto tratta dal web

Non copiare!!!